L’Associazione Italiana per la Mindfulness

Path. 1880-2003. g. nat.naturans-nat.naturata

Gli scopi
L’Associazione Italiana per la Mindfulness – AIM, fondata nel 2005, intende riunire ed essere veicolo di una comunità di persone dedicate a coltivare la consapevolezza e il suo potenziale trasformativo nelle proprie vite e negli ambiti sociali, sanitari, clinici, educativi. Questa forma di consapevolezza – chiamata mindfulness in inglese – è innata, universale e liberatoria. Il nostro fine è di sviluppare la pratica e l’integrazione della mindfulness nella vita degli individui sia attraverso i diversi MBIs (Mindfulness-Based Interventions) oggi disponibili condotti da istruttori di mindfulness formati in modo rigoroso, sia (a un livello più profondo) attraverso l’offerta di intensivi e ritiri di meditazione di consapevolezza condotti da insegnanti e maestri autorizzati e qualificati a farlo. Aspiriamo a rappresentare in Italia un riferimento autorevole per integrità, competenza e spirito di servizio. Intendiamo anche favorire la ricerca scientifica e filosofica sulla nuda consapevolezza. Una particolare attenzione sarà dedicata alle aree di intersezione delle neuroscienze, della Scienza Cognitiva e della psicologia con la conoscenza che proviene dall’esperienza in “prima persona” trasmessa delle tradizioni contemplative.  Quelle aree conosciute oggi come mindfulness studies e contemplative neuroscience.